groovebox
Dal 6 ottobre riparte GROOVE BOX su Radio Lupo Solitario 90,7 FM!
La trasmissione andrÓ in onda ogni Giovedi dalle 20 alle 21!
Per contattarci in diretta:
sms: (+39) 334 2247977
E-mail: onair@radiolupo.it
Groovebox
FAITH NO MORE
08/07/2012 - Hammersmith Apollo - Londra
 



Report a cura di: Mario Tissi

L’occasione di ascoltare ancora i Faith No More suonare live, con il costante terrore nel cuore di un loro scioglimento definitivo, mi ha catapultato a Londra per assistere a una delle due date in programma. Ne approfitto inoltre per andarmi ad ascoltare il concerto di Marilyn Manson in programma al Brixtol Accademy (band che non apprezzo particolarmente ma che comunque incuriosisce) qualche giorno prima della data fissata per lo spettacolo di Patton & Co. I Faith No More suoneranno la prima delle due date londinesi all’Hammersmith Apollo, un teatro vittoriano magistralmente adattato per la musica live, che tra balconata e parterre può ospitare circa cinquemila paganti. Il compito di aprire la setata è stato affidato ad una band strumentale italiana chiamata Guana Padano, fortemente voluta dal frontman dei Faith No More vista la particolarità dei suoni del terzetto. Uno degli ultimi pezzi è suonato insieme a Patton che si diverte a duettare con questo gruppo regalando la voce a uno dei loro brani. Finita questa esibizione, i roadie cominciano a fare un lavoro certosino per preparare lo stage agli Headliner della serata, con il risultato finale di un palco completamente bianco e ricco di fiori che sembra somigliare più una camera ardente che un luogo dove suonare musica. Il pubblico resiste a stento alla snervante attesa esplodendo in un tripudio di applausi e urla all’ingresso della band che apre il concerto suonando Midlife Crisis. L’inizio è da pelle d’oca, le emozioni che riescono a darmi i Faith No More sono difficilmente descrivibili. La serata continua tra le note di Ricochet, Land Of Sunshine e la splendida Evidence suonate magistralmente dalla band che sembra essere in serata di grazia. Anche Patton è carico, si muove con disinvoltura sul palco lanciandosi in giochi vocali, strilli e suoni come solo lui riesce a fare destabilizzando chi non aveva mai avuto il piacere di assistere a un suo show.  Il concerto continua a viaggiare su livelli altissimi e raggiungere l’apice del godimento quando la band attacca suonare Diggin The Grave (ho dovuto aspettare ben quattro loro concerti per riuscire ad ascoltare questo pezzo live) seguita a ruota da Easy. L’empatia che si crea è alle stelle, tutto il teatro canta all’unisono con l’eclettico Patton i pezzi suonati dalla band di San Francisco. Lo show continua con Epic, The Gentle Art of Making Enemies, King For A Day, Ashes to Ashes e Just A Man, una combo di pezzi micidiali che lascia esterrefatti ed estasiati tutti i presenti. Quando la band saluta il pubblico uscendo dietro le quinte, tutti cominciano a chiedersi cosa stia succedento visto che l’esibizione è cominciata solamente da un’ora e l’entusiasmo per la scaletta ascoltata fino ad ora è ai massimi livelli. Dopo qualche minuto eccoli riapparire e preannunaciare che i prossimi pezzi risalgono all’album di debutto We Care A Lot. Tra lo stupore dei paganti attaccano a suonare per altri dieci minuti snocciolando Pills for Breakfast,  Greed, We Care A Lot e la cover Never Gonna Give You Up di Rick Astley,.tutti pezzi giudicati poco coerenti e inaspettati dal pubblico. I Faith No More riescono nuovamente, le luci non si accendono, la musica di sottofondo non parte e i roadie della band non smontano gli strumenti. Tutti si aspettano di ascoltare qualche altra perla targata FNM ma, tra lo smarrimento e l’incredulità di tutti, riparte la musica e i tecnici cominciano a smontare il palco. Mentre defluisco lentamente fuori dall’Hammersmith Apollo con l’amaro in bocca per un concerto troppo breve e un finale deludente, penso a quanto sia impaurito l’idea di aver ascoltato per l’ultima volta questa band. Spero che presto decidano di registrare un nuovo album e di affrontare un vero e proprio tour ridando ai Faith No More quella luce e quello splendore che dei patrimoni della musica internazionale come loro meritano di avere.


Altri Live Report
BLACK STONE CHERRY

11/10/2014 - MILANO - Magazzini Generali

img
FRANZ FERDINAND + THE CRIBS

01/08/2014 - Ferrara (Ferrara sotto le stelle)

img
SIMPLE MINDS

28/07/2014 - Ferrara (Ferrara sotto le stelle)

img
Bastille + George Ezra

25/07/2014 - Ferrara (Ferrara sotto le stelle)

img
THE NATIONAL

22/07/2014 - Ferrara (Ferrara sotto le stelle)

img
JACK JOHNSON + BOMBINO

14/07/2014 - PISTOIA BLUES FESTIVAL

img
ALKALINE TRIO

06/05/2014 - Zona Roveri (BO)

img
PIERS FACCINI

16/03/2014 - BRONSON - RAVENNA

img
TRUCKFIGHTERS

25/02/2014 - FREAKOUT - BOLOGNA

img
RED FANG

31/01/2014 - TEATRO MASCAGNI - LIVORNO

img
BIFFY CLYRO

07/12/2013 - ESTRAGON / BOLOGNA

img
U.S.BOMBS

30/11/2013 - ARCI BOLOGNESI FERRARA

img
SKID ROW

29/11/2013 - XROADS LIVECLUB - ROMA

img
JOSEPH ARTHUR

31/10/2013 - Teatro Comunale Sanvitale - Fontanellato (PR)

img
NEVER SAY DIE! TOUR 2013

18/10/2013 - VIDIA CLUB - CESENA

img
NEIL YOUNG & CRAZY HORSE

26/07/2013 - ROMA - CAPANNELLE

img
MARK LANEGAN

15/07/2013 - Villa Arconati - Bollate (MI)

img
ARCTIC MONKEYS + MILES KANE

11/07/2013 - FERRARA SOTTO LE STELLE

img
THE VACCINES + DEAP VALLEY

09/07/2013 - Cortile Castello Estense - Ferrara

img
GLEN HANSARD

07/07/2013 - BOLOGNA - BOLOGNETTI ROCKS

img