groovebox
Dal 6 ottobre riparte GROOVE BOX su Radio Lupo Solitario 90,7 FM!
La trasmissione andrÓ in onda ogni Giovedi dalle 20 alle 21!
Per contattarci in diretta:
sms: (+39) 334 2247977
E-mail: onair@radiolupo.it
Groovebox
DEFEATER
17/07/2012 - Lo-Fi - Milano
 



Report a cura di: Manq

Cosa c’è di meglio di una bella seratina accacì per risollevare le sorti di un martedì qualunque nel pieno del caldo di luglio? Niente, direi, ed è con questo spirito che faccio rotta verso l’ormai classicissimo Lo-Fi di Milano per assistere alla prova dei bostoniani Defeater.
Come sempre qualche nota sull’organizzazione dell’evento. In primo luogo voglio davvero fare un plauso al Lo-Fi, mio personale punto di riferimento da quando rientrato in Italia e capace di offrire sempre più spesso spazio a band che meriterebbero molto più delle cinquanta persone scarse che ogni volta ritrovo a “riempire” la sala. Mi tocca essere un po’ più critico invece riguardo la gestione dell’evento in sé. E’ vero che spesso mi lamento del fatto che i concerti vengano fatti iniziare troppo presto, specie in settimana, andando a creare disagio a chi ci vuole andare, ma ha quel brutto vizio che si chiama lavoro. Tuttavia ieri si è esagerato dall’altra parte, facendo iniziare uno show di quattro band alle 22.30 e portando gli headliners sul palco intorno a mezzanotte e mezza. Insomma, resto convinto che una via di mezzo sia possibile.
Andiamo ora al resoconto della serata. Ad aprire le ostilità, per così dire, ci sono gli Anchor. La proposta dei ragazzi è semplice e diretta: classicissimo HC suonato con tanta voglia e tutto sommato discreti risultati. Non si inventa niente, ma ci si mette il cuore e la gente presente pare apprezzare la cosa. Me compreso. Suonano parecchio, la mia impressione senza guardare l’orologio è che alla fine saranno quelli con più minuti on stage Defeater esclusi, ma non essendomi spiaciuti la cosa va benone.
Cambio di palco ed è ora dei Code Orange Kids. Io di questi davvero non so cosa dirvi perché per stare a sentirli ho fatto uno sforzo notevole. Non saprei dire che genere propongano, non saprei dire se son bravi. Sono l’equivalente di un’opera di arte contemporanea agli occhi di un ignorante: o ti piacciono, o ti infastidiscono. Ecco, io ne sono uscito infastidito, anche forse per una serie di atteggiamenti e pose prese dal batterista che, ai miei occhi, si potevano tranquillamente evitare.
Terzo cambio ed arrivano i Former Thieves. E’ più o meno mezzanotte, per dare un idea. Tra tutte le band della serata, mi sembrano i più penalizzati a livello di suono. Il concerto HC non è certo posto dove ricercare pulizia e perfezione, secondo me, ma effettivamente qualche cosina in più nell’aggiustare i suoni e i volumi di questi quattro ragazzi si poteva fare. Il prodotto proposto tra l’altro parrebbe anche interessante, tra ritmiche e effettoni di chitarra non proprio usuali, ma la situazione non permette una valutazione precisa. Da rivalutare su disco, insomma.
Si chiude con i Defeater, per il sottoscritto una delle migliori proposte hardcore in circolazione. Il concerto parte fortissimo, i presenti partecipano di gusto e la botta sonora è di quelle importanti. Anche qui manca la pulizia necessaria a far arrivare i pezzi al loro meglio, ma credo si punti più su un coinvolgimento emotivo che non sulla qualità del suono. La vera pecca, presente anche per i gruppi precedenti, sta nella voce che effettivamente a volte se ne va senza motivo. In sala però cantano in tanti, quindi a posto così. Dopo i primi tre pezzi è subito ora di chitarra acustica, per la combo “I don’t mind” e “Out of breathing”. La situazione suono qui migliora drasticamente, lasciando l’impressione che l’effetto caos precedente sia almeno in parte cercato. La gente canta e l’atmosfera è di quelle che emozionano. E’ una parentesi, ovviamente, perché il treno riparte subito con tante urla e tanti muri sonori. La scaletta mi piace e i Defeater tengono bene il palco. Lo show dura una quarantina di minuti, forse quarantacinque se si conta l’encore di un pezzo regalato nel finale. Un po’ pochino per chi era lì per loro, soprattutto a fronte delle altre tre band messe in scaletta. Forse, con un supporting cast meno affollato, il tempo per qualche altro pezzo lo si sarebbe trovato, ma va bene anche così.
Per concludere, la serata finisce ad orario improbo, specie per il sottoscritto che invece di dormire vi scrive questo report, ma il concerto mi ha soddisfatto e quindi bene così. La prossima volta, magari, di sabato.


Altri Live Report
THE GASLIGHT ANTHEM

10/11/2014 - MILANO - Alcatraz

img
BLACK STONE CHERRY

11/10/2014 - MILANO - Magazzini Generali

img
FRANZ FERDINAND + THE CRIBS

01/08/2014 - Ferrara (Ferrara sotto le stelle)

img
SIMPLE MINDS

28/07/2014 - Ferrara (Ferrara sotto le stelle)

img
Bastille + George Ezra

25/07/2014 - Ferrara (Ferrara sotto le stelle)

img
THE NATIONAL

22/07/2014 - Ferrara (Ferrara sotto le stelle)

img
JACK JOHNSON + BOMBINO

14/07/2014 - PISTOIA BLUES FESTIVAL

img
ALKALINE TRIO

06/05/2014 - Zona Roveri (BO)

img
PIERS FACCINI

16/03/2014 - BRONSON - RAVENNA

img
TRUCKFIGHTERS

25/02/2014 - FREAKOUT - BOLOGNA

img
RED FANG

31/01/2014 - TEATRO MASCAGNI - LIVORNO

img
BIFFY CLYRO

07/12/2013 - ESTRAGON / BOLOGNA

img
U.S.BOMBS

30/11/2013 - ARCI BOLOGNESI FERRARA

img
SKID ROW

29/11/2013 - XROADS LIVECLUB - ROMA

img
JOSEPH ARTHUR

31/10/2013 - Teatro Comunale Sanvitale - Fontanellato (PR)

img
NEVER SAY DIE! TOUR 2013

18/10/2013 - VIDIA CLUB - CESENA

img
NEIL YOUNG & CRAZY HORSE

26/07/2013 - ROMA - CAPANNELLE

img
MARK LANEGAN

15/07/2013 - Villa Arconati - Bollate (MI)

img
ARCTIC MONKEYS + MILES KANE

11/07/2013 - FERRARA SOTTO LE STELLE

img
THE VACCINES + DEAP VALLEY

09/07/2013 - Cortile Castello Estense - Ferrara

img