groovebox
Dal 6 ottobre riparte GROOVE BOX su Radio Lupo Solitario 90,7 FM!
La trasmissione andrÓ in onda ogni Giovedi dalle 20 alle 21!
Per contattarci in diretta:
sms: (+39) 334 2247977
E-mail: onair@radiolupo.it
Groovebox
BEACH FOSSILS
Tre date in Italia
 
DIVENTA FAN DI GROOVEBOX.IT SU FACEBOOK - Clicca "Mi Piace" qui sotto.

Commenta questa notizia direttamente con il tuo account Facebook! Clicca qui.


Dispositivo mobile? LEGGI QUI LA VERSIONE OTTIMIZZATA DI QUESTO ARTICOLO

Attenzione! Groovebox.it non è responsabile del contenuto della seguente notizia in quanto tratta da un comunicato stampa.



10 settembre 2013 – Modena – Sun Agostino
Ingresso:10 euro
11 settembre 2013 – Roma – Circolo degli Artisti
Ingresso: 8 euro
prevendite: greenticket.it
12 settembre 2013 – Padova – Castello Carrarese
Ingresso: 10 euro
prevendite: eventbrite.it


Il newyorkese Dustin Payseur coi suoi Beach Fossils arriva in Italia a settembre per tre date per presentare il nuovo album Clash The Truth uscito a fine febbraio per Captured Tracks.


I Beach Fossils nascono nel 2009 come progetto solista di Dustin Payseur. Dopo aver registrato l’omonimo album d’esordio, suonando tutti gli strumenti, Dustin firma per la Captured Tracks e trasforma il progetto in una vera band partendo per un lunghissimo tour in giro per il mondo, con una line up che vede alternarsi ben 12 batteristi e 3 chitarristi.
Nel marzo del 2011 Payseur insieme al bassista John Pena registra l’Ep What a Pleasure ottenendo l’approvazione di tutta la stampa specializzata. Subito dopo questa uscita, la band intraprende un nuovo tour in Usa e Europa. Nel luglio del 2012 il bassista John Pena esce dal gruppo per dedicarsi a tempo pieno alla sua band Heavenly Beat.

Dustin e il batterista Tommy Gardner entrano quindi in studio nell’autunno del 2012 con il produttore di The Men, Ben Greenberg per registrate il secondo album con l’obiettivo di catturare nelle registrazioni, se non nello stile musicale, almeno nello spirito l’entusiasmo e l’immediatezza del punk. I titoli dei pezzi parlano da soli: “Generational Synthetic,” “Caustic Cross” and “Burn You Down.
L’album, che vede anche la partecipazione di Kazu Makino (Blonde Redhead), segna un evidente passo avanti nell’universo sonoro dei Beach Fossils che si dissocia dal suono lo-fi e casalingo dell’esordio per ottenere un suono più energico, vitale e vicino all’esperienza catartica del live.


READ MORE:
http://www.facebook.com/beachfossils
http://www.beachfossils.com <http://www.beachfossils.com/>

Informazioni al Pubblico:
www.dnaconcerti.com
http://www.facebook.com/dnaconcertieproduzioni
info@dnaconcerti.com
https://twitter.com/dnaconcerti

04/07/2013


Le riproduzioni su organi di stampa o altri siti web o forum sono ammesse purchè venga citato www.groovebox.it come fonte. In fondo non vi costa nulla.

 

Altre notizie su BEACH FOSSILS